HOME NewsRoom Contributi regionali per l’innovazione
 
Notizie

Contributi regionali per l’innovazione

Nuovi contributi alle imprese per l’innovazione dalla Regione Toscana: cosa fare



La Regione Toscana, nell’ambito del Por Fesr 2014-2020, ha emesso due bandi per consentire alle imprese di accedere a nuovi contributi per sostenere l’acquisto di servizi per l’innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle aziende. Vediamo a chi sono rivolti e che cosa prevedono.

I due bandi si rivolgono ad aziende in forma singola (Bando A) e ad aziende in forma aggregata o associata, ovvero ATI o Rete Contratto (Bando B). A differenza degli anni precedenti, è aperta la possibilità di presentare domanda per entrambi i bandi anche a liberi professionisti, purché iscritti alla Camera di Commercio all’interno dei settori previsti e, quindi, inquadrabili come equiparati alle imprese.

I beneficiari di tali contributi sono micro, piccole e medie imprese operanti nei settori Manifatturiero (comprendente industria, artigianato, cooperazione ed altri) e del Turismo, Commercio ed Attività Terziarie.

La Regione Toscana mette a disposizione 4.6 milioni di euro per il Bando A e 4.5 milioni per il bando B. I progetti coinvolti dovranno avere un’entità finanziaria compresa tra i 15 mila e i 100 mila euro ed il contributo emesso potrà variare in funzione della dimensione dell’impresa e della tipologia di servizio su cui si svilupperà l’investimento, con una forchetta del 40-70%.

Le domande possono essere inviate dalle ore 09:00 del 17/12/2018 fino ad esaurimento delle risorse.

Nubess, oltre ai propri servizi, inscrivibili all’interno del catalogo definito dai bandi, mette a disposizione delle imprese interessate l’esperienza derivata dalla partecipazione a precedenti iniziative di contribuzione della Regione Toscana e della Comunità Europea, dove ha ottenuto sempre il massimo punteggio per i progetti presentati, acquisendo il riconoscimento di fornitore qualificato.

Per informazioni e una prima analisi delle possibili alternative per l’avvio del procedimento, è possibile contattare i nostri consulenti inviando il form della sezione Contatti.